Sul mio comodino (7)

Fermo restando che sopravvivere arrivando a fine giornata è già un'impresa, che libri sono impignati sul mio comodino? A parte una valanga di Rosa che evito di riportare sennò non finisco più, cito solo "La Dama e l'Unicorno", ambientato nel Medioevo, storia di una fanciulla che si sposa con un uomo che per via di una maledizione, di giorno ha le fattezze di un unicorno (!) e di notte si ritrasforma in un uomo. Sono arrivata a quando fanno capolino i catari (!!), con l'inquisizione che si attiva per stanarli. Non male.



Questo l'ho comprato oggi, mi attizzava troppo la copertina, e il tutto è da rivedersi con Lunaria in compagnia di Shelley e\o Tarchetti a seconda dei giorni.


"Il Fantasma" di Danielle Steel è davvero intrigante, ma ahimè, è molto prolisso. Comunque mi mancano ancora 100 pagine e poi l'avrò finito.


L'avevo comprato con una copertina "più minimal", 


poi l'ho ripreso in questa edizione che mi piace di più, impreziosita con un dipinto di Constable


A tema storico ho trovato per caso e quasi in contemporanea questi due libri sulla donna al tempo dei Romani
 


Bah, non che il tema mi interessi molto, non c'è praticamente niente che mi piaccia di quel periodo storico, ma tant'è, sono sempre comunque fonti utili per prendere a metaforici calci nel deretano i signorini del "eh eh, la donna non ha mai fatto niente nella Storia, solo Aristotele\Catone hanno fatto, eh eh!", visto che sono libri che riportano il contributo femminile.

A tema "americano" mi sono capitati tra le mani questi:



A cui ho abbinato il classico della Beat generation, "Sulla strada" di Kerouac, autore che lessi anni fa, nel 2012 o giù di lì, con "Tristessa". 

Per inciso: io sono proprio agli antipodi dai personaggi alla Kerouac, che erano sempre in giro a fare l'autostop andando di qua e andando di là sulle autostrade e nelle città americane e non stando mai fermi. Io sono proprio stantia e fissista e se mi muovo lo faccio a tempo di Doom, cioè alla moviola. 



Non può mancare la solita sbrodolata di libri teologici cristiani: da analisi "psicanalitiche" (!)


(e non è manco il primo che leggo, non penserete che io ignori i cristiani che riscrivono la Bibbia con analisi psicanalitiche, vero? Conosco anche questo, del cristianesimo...)




Un volumone di 472 pagine di mariologia neotomista del 1965 che ho trovato per caso (e solamente io potevo portarmelo a casa, eh eh!)



Roba cristiana più "progressista" che si è lasciata le Quaestio tomiste alle spalle...



Questo, che ad occhi cattolici integralisti sarebbe una blasfemia


ma che per il momento non mi ha entusiasmato (a tema "femminismo cattolico" c'è di meglio)


Questo volumetto con belle immagini sulle creature mitologiche



"Moby Dick" in versione condensata per bambini (siamo onesti: non vivrò così a lungo per leggermi l'intero "Moby Dick" in versione integrale)


Questo, che ho preso solamente per curiosità: molti anni fa (2004) era un best seller (in realtà, venne scritto nel 1992)


Ma io, ovviamente, nel 2004 ero intenta a stazionare su Alfieri\Tasso\Milton\Tarchetti e via dicendo, per cui NON lessi e neanche mi interessai a questo "fenomeno di moda" che infiammava tutte le teen agers.


Com'è? Bah, sono al secondo capitolo. Sono più di 300 pagine. Staremo a vedere come prosegue. Anche se però preferisco, se devo leggere libri a tinte "teen", cose tipo "Twilight", con dentro un po' di paranormale. Ma prima di giudicare "una schifezza" un libro snobbato da quelli che "ci tengono a fare gli intellettuali" preferisco leggermelo tutto, anche se fuori tempo massimo. 

Infine, un libro dei Delly



Oltre che la monumentale Liala


Davvero incantevole, anche se io sono arrivata "solo" a pagina 200, e ne ha più di 400. 


"Polvere negli Occhi" di Agatha Christie

Trama: un giorno come tanti nell'ufficio del signor Fortescue. Come sempre la segretaria alle dieci prepara il té: ma questa volta accade qualcosa di assolutamente inatteso: subito dopo averlo bevuto, Fortescue muore. Nelle tasche del cadavere, inspiegabilmente, viene ritrovata una manciata di chicchi di segale. Le indagini si concentrano intorno al Villino dei Tassi, la casa che il signor Fortescue divide con alcuni familiari, ma presto si verifica un secondo omicidio: una conoscente di Miss Marple viene uccisa. E sarà proprio l'acuta vecchietta con la sua logica a risolvere la vicenda.

Un giallo classico, scritto nel 1953.

Vedi anche: https://intervistemetal.blogspot.com/2020/11/i-classici-del-giallo.html


Nirnaeth (quello Dark Ambient, eh)

Da non confondersi con gli altri Nirnaeth a tinte Metal (https://www.metal-archives.com/search?searchString=nirnaeth&type=band_name) il Nirnaeth che ho trovato io è il progetto Dark Ambient (a tinte Medieval\Folk) di Knedz Smrtan, uscito nel 1995. Il cd in questione (ma ne ha fatti altri 2, infatti il tutto dovrebbe essere una trilogia) è "Haudh' En' Nirnaeth" (primo cd, seguito da "Nirnaeth Arnoediad" e "Auta I Lome"). Nel libretto sono citati altri suoi progetti (Akallabeth, Astaroth, Agarwaen, Sammach, Vassago... dei quali, comunque, non ho memoria)

Oh, intendiamoci: l'ho trovato per caso spulciando tra vecchi cd pop (!) messi lì in un mercatino dell'usato e al momento, con quella copertina, il nome del gruppo in alfabeto gotico e i titoli impronunciabili "in qualche lingua slava" (solo quando ho aperto il libretto ho visto che era una band polacca, e solo perché c'è l'indirizzo con la scritta "Poland"!) l'ho preso per un gruppo Black Metal "alla Darkthrone" o alla "Nokturnal Mortum di Lunar Poetry"... Ho frugato rapidamente nei meandri del mio cervello, se per caso me li ricordavo recensiti da qualche parte ma nisba, non mi ricordavo di averli già sentiti e\o visti da qualche parte... così dopo aver chiesto "Quanto costano i cd?", la risposta è stata "2 euro e 50", mi sono detta "per 2 euro e 50 me lo compro", e devo dire che una volta messo il cd nel lettore non mi è dispiaciuto.


Un cd perfetto per amanti di band come Dark Sanctuary, Artesia, primo Mortiis, Pazuzu (https://intervistemetal.blogspot.com/2016/02/dalle-nebbie-del-1997.html), perfetto come "soundtrack" mentre leggete libri del genere

N.B Nirnaeth significa "Lacrime" nel linguaggio inventato da Tolkien e i testi del cd sono presi dalle poesie di Tadeusz Miciński (1873 – 1918) che però non ho mai letto... le uniche cose che ho letto di letteratura polacca le trovate qui: https://poesiamondiale.blogspot.com/2015/08/poesia-polacca.html

 

"La Donna della Foresta" (Gaia Junior)

Nei primi anni '90 uscì una serie di romanzi, denominati "Gaia Junior", tutti accomunati dal fatto di avere, per protagoniste, ragazzine adolescenti che si trovavano ad affrontare le problematiche più varie: dall'amore alla violenza, dal razzismo alla discriminazione sessuale o passando per il rapporto conflittuale con il proprio corpo in crescita; "La Donna della Foresta" (1993) uscì proprio per questa collana.

Trama: Mary de Holt, 15 anni, ha un'ottima ragione per fuggire dalla casa del suo nobile zio: la famiglia, che lei lo voglia o no, intende darla in sposa a un vecchio odioso e volgare. Nascosta nelle selvagge lande di Barnsdale, Mary diverrà Marian, la Dama Verde, e comincerà una nuova vita accanto alla Donna della Foresta, che molti credono una strega, ma che in realtà è l'unico conforto dei poveri e dei deboli. Attorno a loro si radunerà una piccola, indomabile comunità di donne decise a ribellarsi all'ingiustizia, e quando Marian avrà finalmente capito qual è il suo compito, neppure l'amore di Robert, giovane bandito fedele a Re Riccardo, potrà distoglierla da esso... Ambientato nell'Inghilterra del Medioevo, un suggestivo romanzo che propone una straordinaria versione al femminile dell'antica leggenda di Robin Hood.


Gli stralci più belli: 

"Le ginocchia le cedettero e cadde a terra, singhiozzando. Piangeva come una bambina, in quei boschi silenziosi: senza badare al rumore, senza pensare che qualcuno poteva sentirla. Fu per pura stanchezza che smise di piangere. Via via che i suoi singhiozzi si spegnevano, le sembrò di percepire altri suoni... il fruscio di piccoli corpi tra le felci, lo stridere di un gufo, un fioco gocciolare d'acqua. (...) Mary si costrinse a rimettersi in piedi e seguì il mormorio dell'acqua. Per fortuna, da dietro la spessa coltre di nubi era apparsa una luna brillante, e il vento gelido era calato. (...) Ad un tratto le sembrò di trovarsi in una terra di fiaba, fatta d'acqua e di felci luccicanti, inondata di luna (...) Strisciò sotto i rami penduli di un tasso che cresceva vicino alla sorgente, e cadde in un sonno profondo."

Vedi anche: https://intervistemetal.blogspot.com/2022/02/una-culla-in-fondo-al-mare-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/la-figlia-della-luna-gaia-junior-e-il.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/11/gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/recensione-catherine-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/recensione-un-corpo-di-donna-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/recensione-dente-di-serpe-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/recensione-ronja-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/recensione-il-rogo-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2019/12/recensione-zio-vampiro-gaia-junior.html https://intervistemetal.blogspot.com/2021/12/recensione-emma-e-tornata-gaia-junior.html


Capitani Coraggiosi

Protagonista di questo romanzo di Rudyard Kipling è il quindicenne Harvey Cheyne, un ragazzino arrogante e detestabile, figlio di un padre ricco. Alla sua età ha tutto quello che si può desiderare, non conosce il valore della fatica e del denaro guadagnato col sudore. Durante una traversata il ragazzo cade dalla nave. Salvato da una barca di pescatori, sotto la guida di Disko, burbero capitano della galotta, in pochi mesi si trasforma. Conosce e apprezza la lealtà e solidarietà tra uomini di mare, finché si conquista la stima dell'equipaggio ed è felice di ricevere dieci dollari e mezzo di paga al mese per il faticoso lavoro di pesca. Il ragazzino viziato è diventato un giovane consapevole e un perfetto marinaio.











Vedi anche: https://intervistemetal.blogspot.com/2021/02/bellissime-copertine-di-celebri-romanzi.html