Una boccata di ossigeno... ma c'è anche chi non respira più

è da dicembre 2020 che sto subendo una persecuzione che il più delle volte è riuscita a mettermi KO fisicamente parlando. Non mi trovo ad affrontare un "problema" che per sua natura si presta, il più delle volte a una o più soluzioni o almeno tentativi. Mi trovo ad affrontare "la risalita a galla" di un trauma che è qualcosa che è psicologicamente devastante, per me, e che "stava tranquillo" ormai da moltissimi anni. Per merito di "certuni", con le loro sparate, le loro proposte, le loro idee di "privazioni dei diritti", questa voragine psichica è tornata a minacciare di annientarmi definitivamente quando già "la prima volta" aveva fatto scempio di me. In quel periodo, mi salvai unicamente perché "feci la full immersion nelle opere di Cioran\Kierkegaard e altri filosofi a tinte lugubri" che, mirabile dictu!, riuscirono a "farmi avere l'atarassia dei morti, continuando a stazionare fissista" in un perfetto Solipsismo. Incredibilmente, tutto questo mi ha allungato la vita di ben 16 anni. Da non crederci. Considerato il fatto che mi rifiutai ad oltranza di "andare dallo psicologo\usare farmaci" cosa che l'intero universo andava avanti a ripetere, frantumandomi gli zebedei, non capendo un unico, semplicissimo, concetto: SOLO IO POSSO CAPIRE QUELLO CHE HO PASSATO. Né Tizio, né Caia, né Semproni*, neppure chi ha subito la stessa cosa, potrà mai capire e anche solo avere la spocchia di dirmi cosa devo fare e cosa devo sentire. Se per questo neanche Dio, tanto per dire fino a dove si spinge il mio Solipsismo... Insomma, in poche parole, se ho un cervello vivo e vegeto e con un mucchio di letture stipate lì dentro e non sono finita zombificata in qualche loculo psichiatico o zolozoftizzata fino a commettere una strage ("Columbine High School"), lo devo proprio al "metodo Cioran". Avrei continuato a stazionare in perpetua fissità, non andando né avanti né indietro, in definitiva, restando atarassica, fedele al simbolismo della mia carta (https://cartedeitarocchi.blogspot.com/2015/03/lappeso.html) che si limita a "stazionare appeso", anche "con la pandemia covid" (o un meteorite che piomba giù sulla Terra) se non fosse che "certuni" se ne sono usciti, da dicembre 2020 ad oggi (7 dicembre 2021; domani non è dato di sapere se ci sarò) a sfoderare l'unica cosa capace per davvero di terrorizzarmi facendomi perdere il senno. 

Da allora, tiro avanti, penosamente, logorata, col corpo che "reagisce" al senso di soffocamento "psichico" (con quei tizi che stanno lì, e nelle loro mani c'è quella cosa... e sono pronti a farmela subire...), facendomi avere cinetosi et similia, con l'80% e anche più dei miei pensieri quotidiani occupati a "stare in guardia nell'attesa che arrivi la minaccia", il che si traduce con "il non riuscire a pensare ad altro\il non dormire\il dormire troppo\il piangere disperata\l'immaginare lo scenario peggiore", insomma, tutta roba che a lungo andare debilita psico-fisicamente.

E infatti io mi ritengo già una sopravvissuta, dal momento che a maggio sono stata così male che sono svenuta boccheggiando pensando di avere un infarto PER COLPA DELLE MINACCE CHE QUESTI VANNO AVANTI A FARE E A DIRE.

Sono già sopravvissuta, perché tutto sommato, per quanto logorata, sono ORGOGLIOSA ed è il mio Orgoglio da NON SERVIAM "Lucifero style" (almeno, chi ha letto "Il Paradiso Perduto" ha capito l'antifona...) che continua a farmi andare avanti, nonostante il senso di oppressione, di soffocamento, da cappio che si stringe sempre di più, nonostante io non riesca "molto ad occuparmi di cose belle: arte, poesia, musica" (non come facevo prima, per lo meno: adesso le mie energie psico-fisiche, volente o nolente sono tutte incentrate sulla minaccia in arrivo e qualche volta non ho neanche voglia di truccarmi e agghindarmi, mi ripeto: a che serve? sto per salire sul patibolo... che te ne fai di una collana, di un paio di orecchini e di un lip gloss?), nonostante le privazioni che colpiscono sette milioni di persone (e in generale, chiunque, anche chi ha obbedito, in realtà) nonostante io abbia rimpianto di non essere crepata di covid (mi sarei risparmiata "la salita al patibolo", tutta l'attesa della salita al patibolo, voglio dire... perché quello è lo scenario che mi hanno preparato questi aguzzini che sghignazzano... sapendo benissimo che di fronte a quella minaccia non ho neanche i mezzi per difendermi, sono talmente consumata dal terrore di fronte a quella cosa che collasserei seduta stante) perché è a questo che mi hanno portato, IL PREFERIRE MORIRE DI COVID, IL CERCARE DI CONTAGIARMI nell'idea che "la faccio finita con questo stillicidio" o "così ho il gp" (e non sono la sola, oh, proprio no, un mucchio di gente sta cercando di contagiarsi organizzando i covidparty...) perché è questo che tutto questo SCEMPIO DI TOTALITARISMO SANITARIO ha portato: gente che preferisce il virus a "quello che fa di contorno, al virus".

è proprio così: quei personaggi hanno dalla loro parte un'arma che, per me, è psicologicamente annichilente. Perciò, pur di evitare quella sorte, sarei disposta a contagiarmi mille volte col covid pur di scamparla. Perché, a confronto col mio terrore, il covid non è così terrorizzante, non è così logorante. Attenzione che non sto dicendo che sia indolore o provochi una morte veloce: no, sicuramente provoca angoscia, sofferenza ecc., non sto qui a sindacare neppure sulle esperienze personali di chi è dovuto andare all'ospedale per curarlo, dico solo che per me, e per me sola, tra X e il covid, scelgo il covid, perché col covid avrei una buona probabilità di scamparmela (fisicamente e soprattutto psicologicamente) con X no, è una condanna alla morte psichica, preceduta da una disperazione folle.

Alcune volte sono così prostrata "nella vigile attesa della minaccia, nel cercare di prevenirla, di scamparla", con tanto di flashback del trauma (o incubi associati), che per reazione mi sento "andare alla moviola": sono quei giorni dove mi pare di essere già al capolinea, che basterà "una sola sillaba" detta da uno di "quelli" e io, Lunaria, sarò spazzata via. Sono quelle volte dove piango disperatamente, non mi muovo neanche più e finisce che mi addormento proprio perché non ho neanche più la forza di piangere. 

E non è neanche una questione di "status economico"; starei in questo stato anche se fossi miliardaria. 

Certo, lo spettro della precarietà in cui questi personaggi mi hanno gettato mi spaventa; anche quello è logorante, ma in quel caso è "un problema" sgradevole ma non mi fa perdere il senno; non fosse altro che in quel caso ci sarebbe comunque "una parvenza di sopravvivenza" come extrema ratio: mendicare per strada.

Detto ciò, sono sopravvissuta a notti dove "il cappio mi era stato stretto così forte" che pensavo di non arrivare all'alba. Se sono sopravvissuta lo devo soprattutto a quei pochi youtuber e politici che stanno lottando per far abolire quell'abominio verde che è il nuovo vassallaggio da servi della gleba e sancisce una crudele apartheid terapeutica dove anche solo per non crepare di ipotermia, devi sfoggiare il gp: 

Sono diverse le persone, uomini e donne, a cui devo "una boccata di ossigeno", perché, mentre X, Y, Z, stringevano il cappio, ghignando, mostrandomi il terrore capace di spazzarmi via, loro arrivavano con i loro video e articoli, ad allentare, un poco, la stretta del capestro e a permettermi di "respirare quel poco che serve per rimettersi in piedi". Almeno un poco.

I loro video e scritti mi sono assolutamente necessari per "campare".

Queste persone non sanno neanche che io esisto. Eppure, se sopravvivo psicologicamente lo devo a loro. Riescono a farmi avere speranza e ottimismo. In definitiva, riescono a farmi andare a letto facendomi dire "domani ne usciremo". 

Perciò grazie di cuore, e che possiate essere benedetti da Dio (per quelli tra loro che sono cristiani) o essere benedetti con tutto l'affetto e la gratitudine che io, Lunaria, così indifesa di fronte a quel Tiranno che mi sta strangolando con l'unica cosa davanti alla quale io non posso difendermi, posso provare nei confronti di persone che sono diventati i miei "salva-vita"

A differenza di quelli che hanno l'arroganza e la convinzione di credersi "fondamentali per la tutela della salute degli altri".

Aguzzini e sciacalli che stazionate aleggiando sui nostri corpi e sulle nostre menti nell'attesa di vederci collassare. Fatti come questo


ce li avete voi sulla coscienza: siete voi che avete logorato le persone, persone spesso in ottima salute che per merito vostro, e solo vostro, adesso sono cadute nel baratro della depressione (quella vera, non quella psichiatricamente trendy che etichetta con "depressione da curare con lo zoloft" il mettersi lo smalto nero e l'ascoltare i My Chemical Romance, tanto per "far diventare consumatori assidui di psicofarmaci" pure i teen agers, se non bastassero già "i clienti adulti") degli attacchi di panico che opprimono il petto, in malesseri (gastralgia, stress, insonnia, ipersonnia, cinetosi, emicrania...) provocati da voi, e solo da voi, persone che non hanno più voglia di vivere, persone che "svalvolano" dopo mesi di paura, umiliazione e frustrazione, uccidendo e uccidendosi. Il lasciapassare che tanto vi piace STA GRONDANDO SANGUE (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/11/victor-hugo-e-il-capestro-rosso-sangue.html) non solo il sangue di questa famiglia ammazzata da qualcuno che ha svalvolato perché non ce la faceva più dalla disperazione, gronda anche del sangue dei lavoratori angariati, gronda del sangue dei danneggiati (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/12/6-dicembre-le-vittime-dimenticate.html) e gronda anche del mio sangue.

Forse quella persona, quel padre di famiglia, se avesse visto qualche video di quelli che mi stanno aiutando a sopravvivere non avrebbe compiuto quella strage. 

O forse no, chi può dirlo. Forse nessuno avrebbe potuto salvare quell'uomo dalla spirale di disperazione che l'ha inghiottito.

Resta il fatto che queste persone stanno aiutando me e quelli come me a resistere.

Che siate benedetti, che tutte le divinità dell'altro mondo possano benedirvi, siano esse il Dio dei cristiani, Allah, Zeus o Shiva (così non discriminiamo nessun credo religioso) o che siate benedetti semplicemente dal pensiero di gratitudine che quelli come me vi riserveranno per tutta la vita.

Lista di canali essenziali alla sopravvivenza:

https://www.youtube.com/c/LuxAlibi/videos

https://www.youtube.com/user/luogocomune2

https://www.youtube.com/c/GianluigiParagoneTV

https://www.youtube.com/c/DrBarbaraBalanzoni

https://www.youtube.com/c/IlVasodiPandora

https://www.youtube.com/c/RadioRadioTV

https://www.youtube.com/c/RobyMaster

https://www.youtube.com/c/MatteoBrandi

https://www.youtube.com/c/FrancescaDonatoPolitica

https://www.youtube.com/c/VisioneTV

https://www.youtube.com/c/IlsalottodiMimar

https://www.youtube.com/channel/UCdpOqS-Q7t2bUXudyUf6Byg/videos

https://www.youtube.com/channel/UC-u7EMBfg7ix8P5vb1mRPNA/videos

Insomma, di fronte a quel Mostro non bastano più solo i libri di Cioran...



6 Dicembre: le vittime dimenticate

Seguivo già, anni fa, le vittime di danno farmacologico essendo io, da tanti anni, contraria alla psichiatria. Ma non avrei mai pensato di dover assistere al Trionfo del Suprematismo Farmaco-Psichiatrico, che caratterizza questo nostro 2021. Praticamente, tutti i sogni di gloria dei Benjamin Rush e degli Johann Reil si sono avverati: https://intervistemetal.blogspot.com/2021/11/stuprata-farmacologicamente-parlando.html

"Siete sempre malati e Noi vi cureremo anche contro la vostra volontà, usando il terrore per ottenere la vostra sottomissione", il dogma dello psichiatrismo totalitario (https://www.youtube.com/watch?v=vxjxf5nsBM4) che oggigiorno è "a norma di legge" per tutta la popolazione mondiale.

è da dicembre 2020 che tento, disperatamente, di salvare gli altri perché ho visto dal vivo cosa comporti un certo tipo di danno https://intervistemetal.blogspot.com/2021/09/dedicato-ad-una-persona-e-quello-che-io.html, perché non ce la faccio a "farmi i fatti miei" di fronte alla violenza viscida e strisciante tanto più perché "a norma di legge" e quindi non considerata reato né punita https://intervistemetal.blogspot.com/2021/09/tutto-e-violazione-del-consenso-sempre.html e quindi è da mesi che ricevo "lapidazioni virtuali", insulti, sfottò... (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/08/demente-da-censurare-e-spedire-in.html)

Purtroppo, niente di quello che ho fatto è servito ad evitare che centinaia di persone restassero danneggiate... 

Adesso stanno organizzando manifestazioni, https://abruzzoweb.it/covid-danneggiati-dal-vaccino-al-ministero-della-salute-un-calvario-abbandonati-dallo-stato/https://www.facebook.com/109674771399494/videos/439374751078158/

C'è una categoria particolare di persone, tra queste vittime, a cui io sono particolarmente vicina e sappiate che anche se per motivi di privacy non posso espormi, ho pianto per voi e con voi. Quello che vi è stato fatto ha logorato anche me, ho passato ore e ore a piangere anche pensando a voi. In questi mesi ho "tenuto il conteggio" della percentuale e della cifra di persone colpite.

La verità è che se anche fosse riconosciuto il "risarcimento", la salute è molto più importante dei soldi e certe ferite psico-fisiche non passeranno più.

Certo, prima o poi questo totalitarismo finirà. Avrà fatto più danni (e vittime) che non la dittatura di Enver Hoxha o di Salazar, ma prima o poi finirà. 

Resta il fatto che, alla fine, chi sarà ancora vivo, dovrà fare il conteggio delle vittime: quelle morte di covid, quelle morte da siero (e nel conteggio, ci dovete mettere anche quelli "morti dentro", ovvero quelle persone che ne avranno un danno psicologico devastante per tutta la vita) e quelle come me, sopravvissute al covid e al siero, morte di logoramento psico-fisico: il cappio si stringe sempre di più e non è un virus a strangolarmi (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/09/il-cappio-e-la-cinetosi-la-tutela-della.html) (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/07/persone-che-mi-stanno-danneggiando.html) (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/11/victor-hugo-e-il-capestro-rosso-sangue.html)(https://intervistemetal.blogspot.com/2021/11/necrologio-del-5-marzo-2022.html)

Non so se "l'anno prossimo ci sarò", considerato quello che "si sente in giro"


o più probabilmente, perché la mia voglia di "continuare ad esistere in questo mondo" è sempre meno, dato l'orrendo futuro che si va profilando (https://intervistemetal.blogspot.com/2021/12/ma-tranquilli.html) e sono tanti mesi che mi trascino nel terrore (e non certamente per un virus o per qualche multa, no, è ben altra la cosa che può annichilirmi). Non so neanche se quanto è scritto qui, alla fine, potrà valere anche per me, visto che difficilmente potrò andare avanti "altri anni" in questo stato


ma sicuramente nessuno potrà dire che "non ho cercato di salvare il mio prossimo". Ho tentato, tutto quanto era in mio potere. 


Animali: le immagini più belle (quarta parte)