Razzismo e violenze nelle Hawaii degli anni '30: "Orchidee e Sangue"

Nota di Lunaria: no, non ho letto il libro. Mesi fa ero più di là che di qua e non mi è stato possibile dedicarmi a tutte le letture che avrei voluto fare. Vuol dire che l'argomento "Razzismo e violenze nelle Hawaii degli anni '30", trattato in "Orchidee e Sangue" ce lo faremo bastare in sintesi. Il libro l'avevo visto nel cestino dei libri messi lì gratuitamente ma non sono stata lì a prenderlo.

Una bellissima americana è violentata sulla spiaggia di Honolulu: quattro giovani indigeni vengono accusati e perseguitati in un clima di crescente odio razziale... un dramma ambientato negli anni '30 con una fine imprevedibile, esplosiva...

(per una storia delle Hawaii pre-cristiane, vedi https://intervistemetal.blogspot.com/2018/04/antiche-hawaii-storia-pele-danza-e.html)

Isole Hawaii, nel 1930, in piena epoca coloniale. Le tensioni sociali sono fortissime. Ed ecco che le isole-paradiso vengono sconvolte da un'ondata di feroce razzismo.  "Orchidee e sangue" racconta una storia che rispecchia fedelmente le condizioni di vita di quegli anni, prima che le Hawaii diventassero uno degli States e acquistassero dignità di nazione sotto la bandiera a stelle e strisce. L'inizio è drammatico. Una sera, quattro giovani hawaiani gironzolano in auto lungo la costa quando scoprono, abbandonata sulla spiaggia, una donna bianca, che è stata picchiata e violentata. I quattro giovani la soccorrono e la trasportano in ospedale: da quel momento ha inizio il loro calvario. La donna bianca è la signora Hester, moglie di un ufficiale della Marina USA. Ma Hester ha anche un amante, un uomo brutale che l'ha colpita a sangue in un raptus incontenibile. Perché allora la signora Hester accusa i quattro hawaiani di stupro e violenza? Ben presto si scatena la furia dei giustizieri bianchi che esigono un'impossibile confessione. Gli avvenimenti coinvolgono l'intera popolazione di Honolulu, bianchi e indigeni, in un clima di roventi passioni, dove tutto è possibile, anche la persecuzione, il linciaggio, il massacro. In nome della legge si battono pochi coraggiosi, fra i quali un onesto capitano di polizia, Curt Maddox, e il giovane Tom, un avvocato locale umiliato da un'infermità fisica. Farà la sua apparizione anche Luahine, l'ultima principessa hawaiana che pur vivendo in disparte conserva il rispetto della sua gente.  


Film horror consigliato: