Mortuary Drape (Occult Black Metal)







Ringraziandovi per aver accettato l'intervista, vi dò il benvenuto. Presentatevi ai nostri lettori!

I Mortuary Drape, Black-Occult Metal band di Alessandria nati nel 1986. Vi ringraziamo per lo spazio concessoci per questa intervista e invitiamo tutti voi a visitare il nostro sito Web:

www.mortuary13drape.com



2) Mortuary Drape è un monicker azzeccato per il vostro sound... colpisce anche a livello di grafica, come logo. Chi lo disegnò?

Il logo inizialmente era diverso, lo disegnò Wildness Perversion, il cantante della band e successivamente venne ridisegnato da Roberto Messina dei Sinoath, una vecchia band del panorama metal degli anni 80.


3) Volete ripercorrere la vostra carriera? Siete sempre stati legati all'underground più sotterraneo...

Non per volontà nostra siamo stati collocati nella branchia underground , questa collocazione ha permesso alla band di rimanere in vita fino ad oggi, allego una breve bio che ripercorre i punti fondamentali del nostro cammino. 
I Mortuary Drape nascono ad Alessandria nel 1986, come band di metal estremo e contemporaneamente come gruppo di 3 persone appassionate di occultismo ed esoterismo. Nell’87 esce il primo demo-tape Necromancy, che riscuote ottimi risultati in ambito underground.  Nel ‘91 esce una seconda demo “Doom Return” e da li cominciano i primi contatti con le label e da li a poco esce il primo lavoro su cd “Into the drape” per la greca “Decapitated” e la partecipazione alla compilation Wine of Satan' per la Spellbound (altra label greca) come unica band italiana presente sull' LP. Segue un periodo di cambiamenti di line up, periodo in cui Wildness Pervertion è cantante e batterista e rimane l’unico membro della formazione originale. Nel ’94 c’è l’uscita di “All the Witches Dances”per la Unisound e nel ’95 un’altra compilation che raccoglie le band della Unisound. Nel ’96 Mourn Path, un mini che segna un altro passo importante per la band che comincia a partecipare a festival, a volte importanti, anche all’estero, ed un tour europeo di 15 date. Nel  ’96 è la volta di “Secret Sudaria”, con il rinnovo della formazione ed il ritorno di tutti i membri fondatori. Dopo altri svariati cambi di line up nel ’99 esce sotto Avantgarde “Tolling 13 Knell” molto più sperimentale. Arrivano concerti anche più importanti, tra cui il festival “Darkness upon Italy” con i Carpathian Forest e la data italiana del “No Mercy 2001”. Nel novembre 2004, dopo l’uscita di vecchie ristampe in cd e vinile e altri cambi di formazione esce “Buried in Time”, molto più di concezione moderna e con una produzione molto potente anche se musicalmente con un filo conduttore sempre collegato al passato. Dopo svariati concerti tra cui un tour europeo la formazione si scioglie ma a tenerla in vita è sempre Wildness Pervertion, che seppur da solo, comincia la stesura dei nuovi brani e nel frattempo tiene in piedi il nome della band facendo uscire, in accordo con etichette straniere e non, ristampe di vecchi lavori, in cd e vinile ed edizioni deluxe limitate.

Di pari passo con queste uscite la line-up si rigenera con dei nuovi musicisti e ricomincia a suonare in giro per il mondo partecipando a diversi festival Europei e ad un minitour di 4 show in Brasile in compagnia della band svedese Watain. A maggio 2012 vengono anche richiesti come special guest al Maryland Death Fest (USA).
Nel luglio 2012 c’è un ennesimo cambio di line-up e al fianco di D.C. , S.C. e S.R. (già nella band dal 2010) si aggiunge M.B. in qualità di nuovo batterista del Drappo.
A fine 2012 cominciano le registrazioni del nuovo album che attualmente è pronto per uscire non appena saranno terminati gli accordi discografici.
Nel frattempo la nota etichetta inglese Peaceville fa uscire le ristampe di “Tolling 13 Knell” e “Buried in Time” e con la Primitive Art Records è uscito uno split album 7” con gli Shining.
Questo è quanto…


4) Avete sempre curato anche gli artwork dei vostri cd, sempre di effetto: "All the witches dance" e "Secret Sudaria", che se non ricordo male, al tempo che uscì, venne anche censurata... ricordo di aver letto qualcosa al riguardo su "Metal Hammer". Avete avuto noie al riguardo? Forse anche all'estero?

Le noie sono all’ordine del giorno quando proponi certe tematiche e certe copertine, ricordo che in Germania venne censurata, la nostra etichetta era tedesca e quindi abbiamo optato per censurarla ovunque, molti hanno associato questa scelta ad una mossa commerciale, la triste realtà è che se non la censuravamo la band andava a finire in galera e l’etichetta avrebbe chiuso dopo pochi giorni… ovvio che si sia optato per quella soluzione.


5) Penso che il binomio musica/occultismo sia imprescindibile, nel vostro caso... volete raccontarci qualcosa sui vostri testi? A quali siete più legati? C'è una canzone in particolar modo, che "usereste come vostro biglietto da visita?".
A proposito, se vi fa piacere, fate una lista dei libri e delle lettura che più vi hanno ispirato, nella vostra proposta concettuale.

Tutti i nostri testi sono meditati e ragionati, non esiste una canzone che più ci rappresenta e se così fosse non ci sarebbe motivo di fare le altre…… in quanto ai libri possiamo dire con certezza che alcuni scritti hanno catturato il nostro interesse ma non fino al punto di essere stati la nostra ispirazione, il nostro cammino è una missione che deve essere collocata in uno stato spirituale interiore, una ricerca ininterrotta…… le nostre esperienze sono vere e da noi vissute a differenza di molte band che leggono un libro e tirano giù le lo impressioni da cui ricavano testi di canzoni.


6) State lavorando a qualcosa di nuovo? Progetti, collaborazioni, date live?

Si al momento molte novità bollono in pentola, l’uscita del nuovo album che sarà in pieno stile Mortuary Drape, musicalmente e concettualmente; poi ci saranno diversi live, per ora tutti all’estero e un tour in Sud America che inizierà a metà aprile e durerà fino ai primi di maggio e speriamo altre collaborazioni di cui si sta discutendo in questo periodo ma di cui preferirei non anticipare nulla.


7) Che ne pensate dell'attuale scena Black Metal italiana e/o straniera? Cosa vi piace ascoltare?

Penso che la scena Black Metal italiana abbia sempre avuto molto da dire, molte band valide e spesso sottovalutate ma spesso anche band che suonano solo per esibizionismo… band che sono solo un involucro dal contenuto nullo. Il fatto di suonare Black Metal implica un certo tipo di convinzione, di interesse Vero in quello che si dice e che si fa, non semplicemente un piacere di tipo “superficiale”. Come se non bastasse adesso, con la miriade di gruppi nati negli ultimi anni si è creata una confusione davvero incredibile… se prendi una rivista di metal adesso almeno l’80% delle band citate sono a me sconosciute. Nutriamo sicuramente un grande rispetto per band che portano avanti il nome da sempre con coerenza e dedizione, potrei citarti per esempio i nostri amici Opera IX con cui abbiamo suonato molte volte, ma ce ne sarebbero diversi altri. I gusti musicali dei Mortuary Drape attualmente sono molto vari e poliedrici, essendo la formazione attuale formata da musicisti preparati e competenti… ovviamente in primis la musica metal, da quella più classic a quella più ricercata, death, black, prog… ma oltre al metal anche ambient, folk, jazz, fusion, blues, classica… insomma veramente veramente di tutto. Per fare musica propria ci si deve allenare e saper ascoltare di tutto.


8) Concludete a vostro piacimento la nostra intervista!

Grazie ancora dello spazio concessoci, vi invitiamo a seguire le prossime novità sulla band, disco nuovo, concerti ecc ecc….e se non ci conosceste, vi consiglio di venire a vederci dal vivo almeno una volta per giudicare come siamo in sede live.

In Spiritual, The Drape