Oniromantic (Gothic Metal)





 
 

1) Ciao Ragazzi! è bello sentirvi di nuovo! Come state?

Andy) Ciao Lunaria! E’ sempre un piacere risentirti e rispondere alle tue domande!


2) Per conoscere i vostri primi passi nel mondo della musica, rimando i nostri lettori alla prima intervista che ho avuto modo di realizzare con voi, qualche mese fa, nella quale parlammo del vostro cd "The White Disease", svelandone tutti i retroscena. Ora parliamo invece della vostra situazione attuale! Per mail mi avete raccontato che avete partecipato ad un live: raccontateci la serata!

Mauro) Dopo più di 4 anni di assenza, in cui la vita è cambiata in mille modi e sotto ogni aspetto, è stato strano ritrovarmi a fare qualcosa che, in fondo, è rimasto uguale. Ho ritrovato una parte di me lasciata chiusa in un cassetto per tanto, troppo.
Certo, ora tutti a fare foto e video col cellulare, ma per il resto è stato bello "ritornare".

Andy) E’ stato il primo live in assoluto come Oniromantic. Ciascuno di noi ha avuto l’ultima esperienza on stage diversi anni fa con progetti diversi e poi per un motivo o per l’altro non siamo mai riusciti a dare un supporto in sede live a The White Disease. Ci siamo preparati molto a lungo per poter dare ai live un certo tipo di senso, dovendo risolvere il problema dell’assenza di un chitarrista e di un tastierista. Tastiere in particolare, al momento sono una parte assolutamente fondamentale dei nostri pezzi. Abbiamo quindi optato per riarrangiare al meglio i brani per suonare con una chitarra sola e con delle basi pre-registrate. Ovviamente con tutte le problematiche tecniche del caso che si incontrano le prime volte!


3) A livello tecnico/strumentale, sentite di essere migliorati, di aver imparato qualcosa di nuovo, in rapporto anche a voi stessi, proprio perchè avete avuto modo di "saggiare" la vostra capacità attraverso un vero e proprio evento live? Come già dicevo nella prima intervista, la vostra musica è ascrivibile ad un Gothic Metal alla Sentenced, quindi non "lagnoso/poppeggiante" né "liricheggiante", anzi, vi distinguete proprio per la potenza e l'impatto immediato del sound, e lo dimostrano pezzi diretti e "in your face" come "High Resolution God", "Thin Ice", "Banished from Heaven"... anche quando fate trionfare la melodia e il mood più intimista ("Crimson", "Saturn Hellucination"...), sono sempre sostenuti da una cascata di riff belli potenti... e anche le vocals evitano (grazie al cielo) l'orribile effetto da melassa zuccherosa "ville valiana".... Su disco, in effetti, già suonate molto diretti e sicuri.


Mauro) Ecco, non ti daremo il nuovo cd!!!
Purtroppo, o per fortuna, ci siamo un po' liberati di quella rabbia, sfociata in qualche passaggio metal -spero non cliché- che nei nuovi pezzi è decisamente cambiato, maturato. Anche le mie voci, sperando di non villevaliare" troppo, saranno diverse. Più cupe, credo.

Andy) La roba di Ville Valliana memoria magari la lasciamo volentieri ad altri….
Come sempre abbiamo fatto, cerchiamo di unire il sound più diretto e potente con atmosfere dark e gotiche (alcuni dicono anche “prog” ma io sinceramente mi sento di escludere questa definizione) , sperando di riuscire nell’intento!
Come dice Mauro, stavolta abbiamo “limato” un pò le parti più rabbiose preferendo dare più atmosfera ma ti assicuro che non suonerà zuccheroso.
Dal vivo hanno comunque un bell’impatto. Sicuramente migliorabile, come tutte le cose. Questo metodo di suonare live, con le basi e con tanti effetti, è nuovo per noi, cerchiamo di migliorare di volta in volta.Tutti noi abbiamo sempre suonato con line-up molto classiche a 4 o 5 elementi, quasi sempre con 2 chitarre. Questa volta, oltre alle basi di synth, ci sono solo io come chitarrista. Ho quindi cercato di riarrangiare il meglio possibile i pezzi per 1 chitarra, c’è da uscirne pazzi in alcuni momenti ma...sembra funzionare!
Siamo comunque in cerca di un altro chitarrista proprio perchè siamo sicuri che darebbe ancora più impatto, compattezza e atmosfera in sede live. E io non impazzisco a cambiare 100 suoni in 20 secondi!


4) Visto che ormai sono passati alcuni mesi, vi chiederei di fare un parallelo tra ciò che eravate (e vi aspettavate) al tempo dell'uscita di "The White Disease" e quello che siete (e vi aspettate) ora... Avete qualche rimpianto? Oppure vi ritenete soddisfatti di come procedono le cose? Cosa cambiereste (se cambiereste qualcosa) tornando indietro?

Mauro) Soddisfazione per ciò che abbiamo creato.
Se parliamo invece di "successo", parliamo invece di... Nulla? Cioè: attraverso i nostri canali la gente ha risposto molto bene, spesso entusiasta, con richieste di cd e foto autografati dall'estero, ringraziamenti, piccole cose. Purtroppo però è morta li. A parte piccoli promotori che propongono servizi a pagamento, nulla si è mosso, dall'alto.

Andy) Avrei voluto la possibilità di registrare The White Disease almeno un paio d’annetti prima. Personalmente non cambierei assolutamente nulla. Sono sempre stato più che convinto di cio che ho composto, registrato e fatto! Siamo sicuramente cambiati rispetto ad allora, forse abbiamo ampliato un pò la nostra visione musicale, ma ciò che è rimasto uguale è la nostra voglia di comunicare e trasmettere tutte le emozioni possibile tramite la nostra musica.

5) State lavorando a qualcosa di nuovo? Potete anticiparci qualcosa?

Mauro) Ecco, a parte lo spoiler di poco fa, stiamo per registrare un EP a cui, speriamo, seguirà un secondo disco che è pronto, ma a cui mancano soldi.

Andy) Abbiamo talmente tanto nuovo materiale che potremmo registrare, senza scherzi, altri 2 album da 1 ora ciascuno!
Come anticipato da Mauro, a breve registreremo un EP e poi l’album completo.
E’ praticamente gia pronto, abbiamo finito la demo qualche tempo fa. Si chiamerà “Eudemonic” e sarà composto da 9 o 10 pezzi.
Come gia detto in precedenza, sarà tutto molto più cupo e atmosferico, abbiamo rallentato e smussato parti del nostro “carattere musicale”. Questo non vuol dire che suonerà sdolcinato, affatto! Per certi frangenti è decisamente molto pesante e angosciante.
Purtroppo, salvo sorprese, dovremmo autoprodurci. Sarà economicamente molto difficile per noi e c’è il rischio che il tutto rallenti inevitabilmente...E ti assicuro che è davvero frustrante.


6) Concludete a vostro piacimento la nostra intervista!

Mauro) Grazie di nuovo per lo spazio e la pazienza!

Andy) Ti ringraziamo ancora una volta per lo spazio che ci hai concesso e per le sempre interessanti domande!
Invitiamo tutti i lettori ad una delle nostre prossime date in programma, potete essere aggiornati direttamente visitando il nostro sito ufficiale www.oniromantic.com oppure dalla solita pagina facebook www.facebook.com/oniromantic .